L’idea imprenditoriale dalla quale è nata Noxamet Srl risale alla collaborazione scientifica sviluppata all’interno del Progetto Finalizzato "Biotechnologie", promosso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), tra il team di ricerca specializzato in chimica bioinorganica afferente all’Università degli Studi di Pavia e il team specializzato in farmacologia afferente all’Università degli Studi di Siena.

Grazie alla coesione raggiunta dai due team di ricerca, formati da personale accademico con expertise internazionalmente riconosciuta, è stato possibile produrre un brevetto (PCT/EP2002/001839) su di una nuova classe di molecole donatrici di ossido di azoto, i metallo-nonoati, con attività vasorilasciante, che successivamente Noxamet ha ottenuto in licenza esclusiva dallo stesso CNR, proprietario del brevetto.

.Per ottenere i fondi necessari allo sviluppo, all'ottimizzazione e alla caratterizzazione farmacologica delle nuove molecole, i membri dei due team hanno partecipato ad un bando del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) (DM 593/2000 art.11), relativo alla creazione di spin-off accademici.

Avendo ottenuto un responso positivo dal MIUR sull’esito della domanda, si è costituita la società nel mese di luglio 2010, come spin-off accademico accreditato presso le Università degli Studi di Pavia e di Siena. Nel 2013 Noxamet è stata una delle prime imprese ad essere iscritte alla Sezione Speciale delle Camere di Commercio d’Italia riguardante le Startup innovative.

Informazioni aggiuntive

Choose language