Conosciamo il monossido di azoto

Il monossido di azoto (NO) è una molecola sintetizzata endogenamente dall’organismo umano: esso è infatti uno dei più importanti neurotrasmettitori, il cui effetto  vasodilatante è immediato per la sua natura gassosa.

Inoltre, grazie alle proprietà anti-infiammatorie, NO riveste un ruolo determinante come mediatore dello stress ossidativo, nonché, più generalmente, nella risposta immunitaria - grazie anche alla sua azione battericida.

Nonostante il ruolo chiave di NO in numerosi processi biologici, la scoperta delle sue funzioni e della sua importanza è piuttosto recente: nel 1992 è stata designata “Molecola dell’anno” per la sua versatilità dalla prestigiosa rivista Science, e nel 1998 ha portato Robert F. Furchgott, Louis Ignarro e Ferid Murad al premio Nobel per la Medicina.

I metallo-nonoati

I farmaci a rilascio di NO sono utilizzati nella pratica clinica in differenti patologie umane, soprattutto quelle cardiovascolari.

Negli ultimi anni pochissimi nitro-vasodilatatori sono stati introdotti in terapia e i vecchi farmaci soffrono di importanti e limitanti effetti collaterali. Noxamet ha sviluppato nuovi metallo-nonoati che rilasciano NO in modo controllato, in funzione del metallo e del residuo a cui è legato il gruppo nonoato.

Il brevetto

Il brevetto è stato depositato con il nome di: “Nitric oxide donors based on metallic centres” (US Patent 6,897,218,2005).

Informazioni aggiuntive

Choose language